GUARDA IN CAMERA E DIMMI CHI SEI!

 

Quando si sente parlare di personal branding il mantra è questo: distinguiti, sii diverso, sii unico!

Parole verissime che aiutano a focalizzare l’attenzione su noi stessi e che ci spingono ad indagare in profondità per capire, e a volte scoprire, chi siamo veramente.

Una volta che lo abbiamo capito pero’ dobbiamo trovare anche il modo di comunicarlo agli altri, al nostro pubblico.

La giusta comunicazione è la chiave di tutte le relazioni forti e produttive, in modo particolare le relazioni professionali.

Il modo in cui scegliamo di comunicare è importante quanto ciò che comunichiamo.

Volete attirare l’attenzione e rimanere bene impressi nella mente della vostra audience? 

Imparate a comunicare con i video per raccontare il vostro Brand Personale.

Il saper fare, l’immagine e la reputazione costituiscono il tuo marchio personale; ognuna di queste cose deve essere adeguatamente comunicata e veicolata al tuo target.

Scegliere di usare i video per la propria strategia di personal branding puo’ essere una mossa vincente. 

Si dice che un’immagine valga piu’di mille parole, la scienza ci conferma il perché: 

  il 90% delle informazioni trasmesse al cervello è di tipo visivo.

  • le immagini sono altamente stimolanti: studi effettuati confermano che il 50% del cervello è coinvolto nell’elaborazione visiva.
  • le immagini sono immediate: infatti il cervello è in grado di processare  un contenuto visuale 60.000 volte piu’ velocemente rispetto ad un contenuto scritto.
  • le immagini facilitano la memorizzazione: i contenuti visivi promuovono la memorizzazione specialmente laddove il contenuto è legato ad un’emozione.

Per creare dei video ingaggianti e professionali che raggiungano il proprio target e raccontino la nostra storia, è importante fare attenzione ad alcune cose. 

 Ecco alcuni suggerimenti, teorici e pratici, per usare al meglio il video:

  1. Quale è il tuo obiettivo? E’ importante avere chiaro il risultato che si vuole raggiungere, di conseguenza il messaggio che si lancia deve essere strategico e contenere una specifica call to action.
  2. Quale è il tuo “perchè” ? Per ispirare gli altri e per farci scegliere non basta spiegare quello che sappiamo fare , bisogna rendere chiaro anche il motivo per cui lo facciamo.
  3. Quando si produce un video autonomamente è fondamentale prestare attenzione ad alcuni dettagli relativi agli strumenti da usare in fase di registrazione:  

      – utilizzare un microfono professionale a pinzetta collegabile al telefonino 

       ( es. RODE  Microphones )

      – posizionare il telefonino su uno stabilizzatore per evitare vibrazioni ( es. DJI OSMO MOBILE 3 COMBO )

      – utilizzare un’illuminazione omogenea, tipo LED, in modo da evitare le ombre sul viso.

All’inizio è sicuramente più economico gestire la produzione dei propri video in autonomia, se volete però ottenere dei risultati qualitativamente migliori e confermare il livello elevato del vostro brand  è necessario servirsi del lavoro di professionisti.

 

video courtesy of  www.studiorizzontegallery.com

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Antonio ha detto:

    Interessante, brava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *